mercoledì 22 maggio 2013

La torta castello con i draghetti


Finalmente trovo il tempo di pubblicare questa torta che ho fatto per una bimbetta che sembra una bambolina, ma che non voleva bamboline sulla torta… ma draghetti! Che mito!


La mamma mi aveva mandato le foto di tre simpatici draghetti (uno è quello della dott.ssa Peluche) ed è stato molto divertente riprodurli, anche più semplice del previsto. Ho sempre una certa avversione per il modelling, non mi sento mai all’altezza della situazione, guardo quello che fanno certe artiste come la mitica Jane Hudson e mi deprimo… vabbè, Aurora è stata contenta.
Purtroppo la pasta di zucchero che ho comprato ultimamente (e in bidone industriale da 7 kg) ho scoperto che non regge assolutamente le temperature superiori ai 22° e soffre tantissimo l’umidità. Quando ho fatto la torta le temperature erano miti e pioveva da 3 giorni… è stato un delirio! La copertura si squagliava, non riuscivo nemmeno a fare stare su le finestre, mi scivolavano in basso! Quindi questa pasta di zucchero verrà archiviata in dispensa fino a novembre almeno. Peccato perché ha un buon sapore ed è molto elastica, ma proprio adesso non si può più usare.

La torta all’interno era buonissima secondo me (che assaggio sempre i ritagli e gli avanzi ehehehe): due piani di chiffon al cioccolato con farcia al cioccolato bianco, una ganache alleggerita con panna montata.
Stavolta ho usato un’altra ricetta per la chiffon al cioccolato, molto più cioccolatosa e poco dolce (la farcia era già abbastanza dolce), al prossimo post vi scrivo la ricetta. Sempre sofficissima e scioglievole al palato.

Per le torri invece ho fatto il Rice Krispies Treat, una sorta di impasto con riso soffiato e marshmallow, a cui si può dare la forma che si vuole e ha il vantaggio di essere leggerissimo (e quindi non far collassare la torta sottostante). Da mangiare… beh, a mio gusto non è un gran che, è solo dolce. Forse usando il riso soffiato al cioccolato, aggiungendo un po’ di cioccolato fuso e magari esternamente una ganache al cioccolato… ecco, potrebbe diventare un’altra cosa. Era la prima volta che lo facevo e avevo letto che si poteva applicare la pasta di zucchero direttamente: non fatelo! Certo, aderisce perfettamente, ma senza una stuccatura con ganache o crema di burro la superficie non è liscia e dopo si intravedono i bozzetti nella copertura (io sono un po’ pignola su questo, se non si era capito mi piacciono i lavori puliti e perfettini).




 Un grazie particolare anche a Photo Gaia Borzicchi - Alice's Adventures in Wonderland per le belle foto.





2 commenti:

Alessia Ruggeri ha detto...

Ciao Vanessa, una mia collega mi chiedeva se la ganache viene fatta solo con il cioccolato bianco?!? Qual è la ricetta migliore secondo te?
Sai, per Andrea ho preparato una chiffon cake (molto casalinga....) e, naturalmente, ho comprato lo stampo. Il mio però ha il buco (quindi l'ho riempito con panna montata!). Dove potrei acquistare quello senza buco?
Un abbraccio fortissimo
Alex

Vanessa Albertini ha detto...

Ciao Alessia!! La ganache viene fatta con tutti i tipi di cioccolato, anzi la migliore è con il cioccolato fondente, ma cambia il rapporto con la panna. Per quella fondente io uso la stessa quantità di panna e cioccolato.
Per la chiffon puoi usare qualsiasi stampo con bordo molto alto, come quelli da panettone, oppure quelli più professionali in alluminio anodizzato. Però occorre fare più attenzione alla cottura. Se vuoi provare ti posso sempre provare i miei! ;-) bacio grande

Posta un commento