venerdì 23 marzo 2012

La ricetta della torta allo yogurt

Oggi vi lascio la ricetta della torta allo yogurt che in realtà è una soffice ciambella perfetta per la colazione e ideale per i bambini. Va benissimo anche come base per le torte decorate e io la preferisco al pan di spagna per la sua leggerezza, per il profumo e la consistenza. Certo non sono sicura che reggerebbe altri due piani di torta sopra, ma per tutto il resto garantisco che non ha cedimenti.
E’ nel mio ricettario da tempo immemorabile, e in molti la conosceranno già in varie versioni, ma questa utilizza il vasetto dello yogurt vuoto come misurino e quindi è veramente molto semplice e veloce da preparare. Io conservo tra i miei attrezzini un vasetto di yogurt già vuoto e pulito, pronto da usare.
Bando alle ciance.
Ingredienti:
1 vasetto di yogurt bianco intero
3 uova intere
2 vasetti di zucchero semolato
1 cucchiaio di zucchero a velo vanigliato
2 vasetti di farina 00 per dolci
1 vasetto di fecola o di frumina
1 bustina di lievito per dolci
1 vasetto scarso di olio di semi di mais o arachidi. L’olio non si sente assolutamente, ma non usate quello d’oliva perché ha un sapore troppo forte. Si può usare al posto dell’olio anche il burro sciolto un attimo nel microonde o la margarina, vedete voi che tipo di grassi preferite ;-) Il burro sicuramente ha un ottimo profumo e rende la pasta più compatta.
Procedimento:
Sbattere le uova a lungo con una frusta elettrica fino a farle diventare spumose. Aggiungere gli zuccheri e continuare a montare con le fruste finchè non diventano di un colore chiaro. Aggiungere la fecola e mescolare. Setacciare il lievito con un colino e unirlo alla farina. Aggiungere farina e lievito al composto mescolando bene sempre con le fruste, poi aggiungere a poco a poco l’olio e per ultimo lo yogurt.
Versare in uno stampo di circa 22-23 cm di diametro, imburrato e infarinato, e livellare bene la superficie. Infornare in forno non ventilato e già caldo a 175-180° per circa 35-40 min. Verificate sempre la cottura con uno stuzzicadenti perché i tempi di cottura dipendono molto dalla grandezza dello stampo e ovviamente dal vostro forno.
Lasciare raffreddare a forno spento per almeno 10 min. poi ancora con la porta del forno semi-aperta per altri 30 min. (per farla stare un po’ aperta in sicurezza io metto in mezzo all’apertura un cucchiaio di legno).
Dopo un’oretta si può togliere dallo stampo e quando è fredda si può semplicemente spolverare di zucchero a velo o… decorare a piacere!


3 commenti:

Barbapapà, Luna e Blade :-) ha detto...

buonissima e di sicuro leggerissima!

Zuccherosamente ha detto...

Ottima!! La proverò per la cresima di mio nipote Alessio...devo fargli una torta decorata a due piani. Ma dovrei usare una teglia da 26 cm e una da 18...devo modicare le dosi, altrimenti la base mi viene troppo piccola. Aggiungo 1/3 in più agli ingredienti? Cavolo, però è tutto misurato in vasetti! Che dici?
Baci
Silvia

Vanessa Albertini ha detto...

Grazie! Silvia, non so se già l'avevi, ma Elisa ha pubblicato un programmino Excel per modificare pesi e misure che è eccezionale, guarda http://blog.giallozafferano.it/zuccheroespezie/convertitore-di-pesi-e-teglie-per-torte/. Certo che tutta la praticità del vasetto così è perduta... :-) con questa ricetta di solito uso una teglia da 24. Quando ho fatto la torta Barbapapà avevo una teglia rettangolare 32*26 e ho raddoppiato le dosi ed è andata bene. Ciao!

Posta un commento